Sedano: proprietà, benefici per la salute, uso e controindicazioni (2024)

Alimentazione

Sedano: proprietà, benefici per la salute, uso e controindicazioni (1)Redazione Portalebenessere.com12 Luglio 201731 Views

Sedano: proprietà, benefici per la salute, uso e controindicazioni (2)

Il sedano, Apium graveolens, è un ortaggio decisamente noto, ma delle volte ignorato, eppure è ricco di principi nutritivi salutari e di benefici per la salute.

E’ una pianta erbacea biennale della famiglia delle Apiaceae, è molto facile da coltivare e molto versatile in cucina.

Sommario:

Sedano: caratteristiche generali e curiosità

Il sedano si presenta come un ortaggio dal fusto carnoso, eretto e scanalato con foglie larghe di un verde intenso, può crescere fino a 90 cm a seconda della varietà.

Ne esistono diverse varietà:

  • sedano a coste (Apium Graveolens Dulce), il più noto;
  • sedanina o sedano da taglio (Apium Graveolens Silvestre), un po’ più amaro;
  • sedano rapa o sedano di Verona (Apium Graveolens Rapaceum), non diffuso in tutte le regioni, ha una grossa radice dalla polpa bianca e soda.

In pochi sanno che gli antichi greci lo consideravano come simbolo di lutto ed anche nell’antica Roma era utilizzato per decorare le sepolture, ma a quanto pare anche gli egizi avevano l’abitudine di inumarlo insieme alle salme.

Nel Medioevo invece si credeva che scacciasse la malinconia e vi era anche un curioso modo di conoscere il sesso del nascituro di una donna gravida, le si poneva in testa una pianta di sedano con la radice, se il primo nome che pronunciava era maschio il bambino sarebbe stato un maschietto.

Il sedano cresce bene sia per terra che in vaso, si raccoglie dalla metà di agosto fino all’inizio dell’inverno, si semina invece in primavera. Il sedano a coste si raccoglie sul farsi dell’autunno ed in primavera mentre il sedano rapa dall’autunno a marzo.

Pur adattandosi bene, il sedano non ama i climi eccessivamente aridi o freddi, l’ideale è una temperatura mite, necessita di molta acqua, ma anche di un terreno ben drenato perché non ama i ristagni.

Sedano: proprietà e benefici per la salute

Ma il sedano non è solo un ortaggio, è anche una pianta medicinale e non si tratta di una scoperta recente. Nel XVII secolo, in Sicilia, si diffuse il sedano come medicinale dopo l’avvento della peste. Si diffuse da un monastero l’uso di usarlo contro la depressione. Nel settecento fu dichiarato afrodisiaco mentre nell’ottocento un gastronomo lo definiva corroborante e stimolante.

Vediamo in primis quali sono i valori nutrizionali del sedano (100 gr):

  • Calorie 16;
  • Acqua 88,3 g;
  • Carboidrati 2,4 g;
  • Zuccheri 2,2 g;
  • Proteine 2,3 g;
  • Fibre 1,6 g;
  • Sodio 140 mg;
  • Potassio 280 mg;
  • Ferro 0,5 mg;
  • Calcio 31 mg;
  • Fosforo 45 mg;
  • Magnesio 16 mg;
  • Zinco 1,24 mg;
  • Rame 0,11 mg;
  • Selenio 3 µg;
  • Vitamina B1 0,06 mg;
  • Vitamina B2 0,19 mg;
  • Vitamina B3 0,2 mg;
  • Vitamina A 207 µg;
  • Vitamina C 32 mg;
  • amminoacidi (acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina).

Inoltre contiene: olio essenziale (2-3%), limonene (60%), selinene (10%), terpeni vari (p-cimene, (3-pinene, a-terpineolo, P-cariofìllene, n-butilftalidi sedanolide e sedaenolide, acido sedanonico), cumarine e furanocumarine, flavonoidi (apiina, isoquercitrina…), alcaloidi, per quanto riguarda i frutti mentre la radice contiene 0,009% olio essenziale, asparagina, colina, tirosina, acidi glicolico e glicerico, acidi feruclico e caffeico, acido p-cumarico, acidi organici, bergaptene.

Quindi passiamo alle proprietà del sedano:

  • ipoglicemizzante, famoso per contrastare il diabete, il sedano aiuta a contrastare i picchi di glicemia nel sangue;
  • diuretico e depurativo, stimola i reni, aiuta l’organismo a liberarsi dalle tossine e contrasta la ritenzione idrica;
  • antiflogistico, contrasta soprattutto i dolori e la degenerazione articolare;
  • sedativo, ideale contro ansia, insonnia e depressione;
  • mucolitico, fluidifica il catarro e aiuta a contrastare le flogosi dell’apparato respiratorio e riduce i sintomi dell’asma;
  • anticolesterolemico, contrasta l’accumulo di colesterolo cattivo nel sangue quindi previene i danni dell’apparato circolatorio;
  • contrasta l’insufficienza epatica;
  • antitumorale, contrasta l’insorgere di cellule tumorali;
  • digestivo, migliora la funzione di stomaco ed intestino, protegge la mucosa gastrica in modo molto efficiente ed aiuta inoltre ad espellere i gas intestinali;
  • antiossidante, protegge soprattutto le funzioni cerebrali dall’invecchiamento;
  • ipotensivo, ideale per chi soffre di pressione alta perché aiuta a regolarla;
  • aiuta a mantenere denti ed ossa forti e sani;
  • lassativo, facilità la motilità intestinale contrastando la stipsi;
  • contrasta anemia, stanchezza e debolezza;
  • tonifica la pelle;
  • stimola il sistema immunitario e rafforza contro le malattie di stagione;

Sedano: uso e controindicazioni

Parliamo subito delle controindicazioni. Il sedano, se consumato in modo smodato può comportare fotosensibilizzazione della pelle ed allergie. E’ sconsigliato alle future mamme perché può scatenare contrazioni uterine. E’ inoltre sconsigliato a coloro che soffrono di infiammazione alla vescica o lesioni gravi ai reni.

Come possiamo usare il sedano?

Questoortaggio è molto utilizzato nelle preparazioni culinarie sia in forma cotta sia cruda: il sedano fresco può essere usato per la realizzazione di pinzimoni e di ottime fresche insalate. Il sedano è l’ingrediente più utilizzato per la realizzazione di minestre e preparazioni in forma di zuppa: questa pianta arricchisce il sapore dei piatti della tradizione culinaria italiana esaltandone il gusto.

Insieme alla cipolla e alla carota, inoltre, il sedano è molto utilizzato per preparare il soffritto, per realizzare un ricco brodo di carne o, ancora, per preparare arrosti e per cuocere le carni rosse. Tuttavia, questoortaggio ha utilizzi che spaziano dall’ambito della fitoterapia a quello erboristico sino a quello cosmetico.

Decotto contro mal di gola

occorrente:

  • 10 gr di foglie di sedano,
  • 1/2 L di acqua.

Far bollire le foglie di sedano per 5 minuti, filtrare e bere da solo a digiuno o con latte e miele (in caso di ipersecrezione bronchiale evitare il latte vaccino). Ideale contro mal di gola e afonia.

Sciroppo diuretico

occorrente:

  • 10 gr di radici di sedano,
  • 10 gr di radice di finocchio,
  • 10 gr di radici di asparagi,
  • 10 gr di radici di prezzemolo,
  • 10 gr di radici pungitopo,
  • 1 L di acqua.

Portare a bollore l’acqua, spegnere e mettervi a bagno le radici per quaranta minuti. Filtrare e berne una tazzina due volte al giorno dolcificando con poco miele. Sconsigliato in caso di problemi ai reni.

In ogni caso, prima di assumere rimedi naturali a base di sedano chiedere il parere del medico.

Centrifugato di sedano diuretico e ricco di antiossidanti

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di cuore di sedano,
  • 40 g di foglie di sedano,
  • 200 g di carote,
  • 100 g di limone,
  • 10 g di zenzero fresco.

Pulite bene i vegetali e sbucciateli. Tagliateli in rondelle e metteteli nella centrifuga. Dopo aver ottenuto il succo consumatelo subito.

In cucina sbizzarritevi, il sedano è ottimo nelle insalate, stufato con le patate, nella frittata, nelle zuppe di verdura e nelle cruditè. Bene il centrifugato, ma non esagerate, se soffrite di stipsi ricordatevi che vi occorrono le fibre quindi l’ideale non è berlo, ma mangiarlo. Inoltre masticare sedano riduce la fame.

Come vi piace il sedano: crudo o cotto?

Related Topics

Piante ed erbe aromatiche

Sedano: proprietà, benefici per la salute, uso e controindicazioni (2024)

FAQs

Sedano: proprietà, benefici per la salute, uso e controindicazioni? ›

Possibili benefici e controindicazioni

Quali sono le controindicazioni del sedano? ›

Il consumo di sedano deve essere tenuto sotto controllo quando si soffre di malattie renali perché alcune sostanze contenute in questa verdura possono essere irritanti per i reni. Il consumo di sedano può inoltre comportare un aumento della sensibilità della pelle quando viene esposta al sole.

Quanti grammi di sedano si può mangiare al giorno? ›

Il sedano crudo si può mangiare prima dei pasti, in insalate o in pinzimonio, oppure può essere utilizzato per fare il risotto, una zuppa calda o fredda o una pasta estiva come le mezze penne al pesto di sedano e peperoni. In estate sono ottimi anche i centrifugati al sedano, dissetanti e depurativi.

Quale parte del sedano si mangia crudo? ›

Sedano crudo: come mangiarlo

La risposta è sì. Non scartate le foglie, ma aggiungetele nelle ricette oppure usatele per preparare un pesto. Dopo aver lavato il sedano, potete tagliare sia i gambi che le foglie e utilizzarlo per arricchire le vostre insalate.

Come assumere il sedano? ›

IL SEDANO SULLA TAVOLA

Ma, in virtù delle sue note proprietà digestive, sarebbe consigliabile mangiare un sedano crudo prima dei pasti o aggiungerlo in abbondanza a insalate e pinzimonio, se consumato fresco, oppure essere utilizzato come ingrediente per preparare minestre, zuppe e saporite pietanze».

Chi non può mangiare il sedano? ›

È bene prestare attenzione al consumo di questo ortaggio nel caso in cui si soffra di malattie renali, poiché alcune sostanze contenute nel sedano possono risultare irritanti per i reni. Il sedano può inoltre comportare un aumento della sensibilità della pelle ai raggi solari.

Quando bere il succo di sedano? ›

Bere un estratto di sedano ogni mattina a colazione è dunque un'ottima soluzione per ridurre il senso di fame ed eliminare i liquidi in eccesso.

Quali proprietà ha il sedano? ›

Il sedano è ricco di nutrienti e antiossidanti, tra cui vitamina C, vitamina A, potassio, folati e flavonoidi. Ha proprietà antinfiammatorie. Presenta proprietà digestive e sazianti.

A cosa fa bene il centrifugato di sedano? ›

Ricco di sodio, potassio, magnesio, fosforo e calcio, il succo di sedano è ottimo per placare la fame nervosa e per compensare la perdita fisiologica di minerali dopo allenamenti intensi o sforzi eccessivi.

Perché il sedano aiuta a dimagrire? ›

Il sedano è ricco di iodio che, agendo sulla tiroide, velocizza tutte le funzioni dell'organismo; grazie al potassio stimola i reni e contribuisce ad accelerare il metabolismo; inoltre, le sue fibre, rallentando l'assorbimento degli zuccheri e mantenendo costante la glicemia, fanno bruciare più grassi.

A cosa fa bene il sedano? ›

Le proprietà e i benefici del sedano

Questo ortaggio è un ottimo diuretico naturale, utile contro la ritenzione idrica e, specialmente se assunto in tisana, aiuta a depurare reni e fegato. Inoltre il sedano è considerato uno dei più vigorosi tonici intestinali, molto efficace contro il meteorismo e la costipazione.

Come si pulisce il sedano per mangiarlo crudo? ›

Che sia per consumarlo da crudo oppure per cuocerlo, il procedimento per pulire il sedano è sempre lo stesso. Bisogna staccare le foglie dalle coste, incidendo con un coltello affilato la base del gambo e togliendo tutti i filamenti verdi.

Quando il sedano non è più buono? ›

Se il sedano si è già ammosciato senza che te ne accorgessi, non è ancora tutto perso. Basta immergerlo in una ciotola piena di acqua fredda e metterlo in frigorifero per qualche ora. Come per magia riprenderà tutta la sua consistenza originale e ritornerà come nuovo.

Perché il sedano è afrodisiaco? ›

L'ortaggio in questione è considerato afrodisiaco per via della presenza di androsterone (soprattutto nel gambo), un ormone maschile rilasciato attraverso il sudore, che può avere legami con l'attrazione sessuale.

Per cosa si usa il sedano? ›

Il sedano è ricco di nutrienti essenziali, tra cui vitamine A, K e C, oltre a essere una fonte di antiossidanti e fibre alimentari. È noto anche per le sue proprietà diuretiche e antinfiammatorie, contribuendo alla salute cardiovascolare e digestiva.

A cosa serve il frullato di sedano? ›

È ricco di calcio, di potassio, di sodio, di fosforo e ferro. Inoltre ha forti proprietà terapeutiche, è un diuretico, digestivo, sedativo, disintossicante dell'organismo. In più aiuta a mantenere la pelle giovane ed elastica.

Quali sono i benefici del succo di sedano? ›

Il succo di sedano si sta affermando sempre di più come rimedio efficace per molte condizioni e per il benessere totale dell'organismo Il succo di sedano è così efficace perché è ricco di enzimi digestivi calmanti; è in grado di bilanciare il sistema endocrino, di apportare vitamina C e oligoelementi e molto altro ...

Chi non può mangiare il sedano rapa? ›

Il sedano rapa contiene proteine che potenzialmente possono essere allergizzanti. Per questo le persone che soffrono di allergie alimentari o di ipersensibilità devono consumare questo ortaggio con particolare attenzione. In caso di dubbio, meglio chiedere consiglio al proprio medico.

Che differenza c'è tra il sedano verde e bianco? ›

La differenza fondamentale tra il sedano verde e il sedano bianco è che il primo è più adatto a preparazioni dove funge da aromatizzante, quindi cotto, poiché sprigiona maggiormente il suo aroma, mentre il secondo, quello bianco, dai gambi più grandi e carnosi, si presta meglio ad essere consumato crudo, poiché risulta ...

Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Aron Pacocha

Last Updated:

Views: 5721

Rating: 4.8 / 5 (48 voted)

Reviews: 87% of readers found this page helpful

Author information

Name: Aron Pacocha

Birthday: 1999-08-12

Address: 3808 Moen Corner, Gorczanyport, FL 67364-2074

Phone: +393457723392

Job: Retail Consultant

Hobby: Jewelry making, Cooking, Gaming, Reading, Juggling, Cabaret, Origami

Introduction: My name is Aron Pacocha, I am a happy, tasty, innocent, proud, talented, courageous, magnificent person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.